0%

Chi siamo

Soqquadro Italiano è un gruppo musicale fondato nel 2011 a Bologna da Claudio Borgianni e da Vincenzo Capezzuto. Applaudito a livello internazionale, quale esponente tra i più originali e innovativi del panorama del Classical Crossover europeo, Soqquadro Italiano volge il suo sguardo a tutti i linguaggi artistici, dal canto e dalla musica alla danza, alla visual art, e oltre.

Il suo repertorio musicale spazia fra musica antica, jazz, pop ed elettronica, restando sempre aperto ad accogliere nuovi stimoli creativi sia dal punto di vista artistico sia da quello produttivo, in una ricerca costante, tra passato e presente, dell’originalità – impregnata di un disordinato senso d’ordine – che connota universalmente l’aggettivo “ITALIANO”.

Dal 2011 a oggi, Soqquadro Italiano ha tenuto concerti in Belgio, Italia, Olanda, Russia, Germania, Spagna, Ecuador all’interno di sale da concerto di rilevanza internazionale, tra cui il Gent Festival (Belgio), l’Operadagen Rotterdam (Paesi Bassi), il Ravenna Festival (Italia), il Festival Internazionale di musica sacra di Quito (Ecuador), il Festival Internazionale di Novi Sad (Serbia), la Sagra Musicale Umbra (Italia), l’Istanbul Music Festival (Turchia), il Quincena Musical de San Sebastian (Spagna), il Winter International Arts Festival di Sochi (Russia), il Concentus Moravie (Repubblica Ceca).

Soqquadro Italiano ha attualmente in repertorio i seguenti programmi:

Who’s afraid of baroque? un percorso tra musiche colte e popolari italiane del XVII secolo.

Da Monteverdi a Mina, un concerto dedicato alla “canzone italiana”, mettendo in relazione la musica vocale del XVII secolo e le canzoni degli anni ’60.

Stabat Mater-Vivaldi project, una rielaborazione musicale dello Stabat Mater di Antonio Vivaldi con Vincenzo Capezzuto nel doppio ruolo di cantante e danzatore e con le coreografie firmate da Mauro Bigonzetti coreografo internazionale (già Direttore del Corpo di Ballo del Teatro alla Scala di Milano) e realizzato con la collaborazione del Teatro Comunale di Casalmaggiore.

La Stravaganza, secondo progetto dedicato alle musiche di Antonio Vivaldi, con i solisti di Soqquadro, consort orchestra d’archi e video d’arte, il cui debutto è avvenuto nel 2016 all’International Winter Festival di Sochi diretto da Yuri Bashmet.

SCHUBERT - Nobody’s room, dedicato alla musica di Franz Schubert e prodotto in collaborazione con la Fondazione Pistoiese Promusica. 

Dal punto di vista discografico Soqquadro Italiano ha prodotto:

nel 2014, Numero Zero – Qdisc (cofanetto con vinile + CD) dedicato alla musica inedita del XVII secolo,

nel 2015, realizza Numero Uno – Live (CD deluxe) con la registrazione LIVE del concerto “Da Monteverdi a Mina”. 

Nel 2018 esce il nuovo disco dal titolo Numero Due – Schubert dedicato alla musica di Franz Schubert. 

Altrettanto unico è il progetto Soqquadro Italiano Days, che sperimenta con grande successo di pubblico nuovi modi di creare e fruire la musica, concretizzandosi in azioni di condivisione esperienziale tra pubblico e artisti che integrano l’approccio artistico, musicale e turistico,  in una prospettiva di puro godimento del patrimonio culturale italiano. Le mete abituali dei Soqquadro Italiano Days sono città italiane, borghi o luoghi di particolare interesse artistico. Dal 2017, il Soqquadro Italiano Days in Bologna (fine giugno) è diventato un evento aperto all’intera cittadinanza bolognese, non solo a fans o seguaci che arrivano espressamente da tutto il mondo, offrendo all’ensemble e agli spettatori un luogo di ritrovo, di sperimentazione e condivisione musicale ideale.

Vincenzo Capezzuto

Vincenzo Capezzuto collabora stabilmente con l’ensemble L’Arpeggiata di Christina Pluhar con la quale ha inciso 5 dischi per EMI / VIRGIN CLASSICS, esibendosi alla Carnegie Hall di New York, ai BBCProms, Walt Disney Concert Hall ed al Wigmore Hall di Londra fino all’Accademia Filarmonica Romana. Nel 2010 è ospite dell’Orchestra Europea Barocca e dell’ensemble Accordone al festival di Salisburgo. La scrittrice americana Donna Leon lo vuole come voce solista del progetto GONDOLA (libro+CD) insieme all’ensemble barocco il Pomo d’oro diretto da Riccardo Minasi e con la partecipazione straordinaria di Cecilia Bartoli, interpretando le Arie da battello Veneziane del 1700. Partecipa al disco “Ti amo anche se non so chi sei” al fianco di grandi interpreti quali: Lucio Dalla, Franco Battiato e Gianni Morandi.

Ha danzato in qualità di primo ballerino, nelle compagnie Teatro San Carlo di Napoli, English National Ballet, Ballet Argentino di Julio Bocca, MMcompany di Michele Merola e Aterballetto ricevendo numerosi premi e riconoscimenti.

Claudio Borgianni

Personalità eclettica, Claudio Borgianni dopo gli studi musicali, si dedica al teatro collaborando con varie compagnie in Italia e all’estero. Nel 2009 firma la drammaturgia dello spettacolo Per anima sola sulla figura del famoso castrato Senesino, con L’Accademia Bizantina per il Festival Contemporaneamente Barocco. Nel 2010 collabora con l’Orchestra La Verdi per un progetto dedicato al Settecento Napoletano. Collabora come autore al CD “Tutta colpa dell’amore” di Roberto e Marinella Ferri. 

Dal 2006 al 2011 dirige la compagnia Bauci Teatro realizzando produzioni artistiche tra cui “Storia di un fiore che Dio fece nascere per sbaglio” sulla figura della poetessa Dina Ferri in cui la prosa, la danza e la musica diventano gli elementi artistici di cui Claudio si serve dando vita al progetto Soqquadro Italiano che fonda nel 2011 insieme a Vincenzo Capezzuto.

en it
Play Cover Track Title
Track Authors